Breve descrizione delle principali specie legnose esotiche ed occidentali e loro usi.

Legno di Balsa
Il legno di balsa è una specie appartenente alla classe delle “latifoglie” originaria dell’America centrale. Presenta un legno di colore biancastro con sfumature colore rosa,  facilmente lavorabile  ed estremamente leggero.
 
Legno di Olmo - (Yumu del Nord o semplicemente Olmo orientale)
E’ il legno più comunemente usato nella fabbricazione di mobili nella zona settentrionale della Cina dove se ne conoscono più di venti varietà.
E’ di colore giallo-marrone ed ha una densità media. I veri olmi, ovvero quelli appartenenti al genere Ulmus, sono alberi caducifogli caratterizzati da foglie dentellate, con evidenti nervature parallele che si dipartono da una singola nervatura principale mediana.
 
Legno Bambù
Questa pianta, di provenienza asiatica, presenta un fusto a forma di canna, di colore giallo bruno; leggero e diviso in segmenti. Le canne di bambù, vengono utilizzate nella fabbricazione di bastoni, nei mobili da giardino e nell’ oggettistica decorativa in genere.
 
Legno di Ebano
Sotto il nome di ebano si comprendono tutta una serie di legni, di varia provenienza, caratterizzati da un’elevata durezza e resistenza; vengono utilizzati nella fabbricazione di piccoli oggetti decorativi e mobili di piccole dimensioni.
I tipi principali di ebano sono:
Ebano d’Africa - Ebano d’Asia - Ebano delle Filippine - Ebano giallo americano.
 
Legno di Noce
Ha colore bruno, più o meno carico, con venature di colore più scuro, diritte o ondulate. Si lavora con facilità, anche se è piuttosto duro. È resistente e particolarmente elastico; indicatissimo per mobili di vario genere di "qualità superiore".
 
Legno di Mogano
Il mogano è un legno proveniente dagli alberi originari dalle Antille e dall’America Centrale, di colore rosato tendente col tempo al rosso bruno o al bruno tabacco. Spesso si presenta variegato con strisce di diversa lucentezza. Il mogano è facile da stagionare e da lavorare, stabile e resistente alle alterazioni e viene utilizzato nella fabbricazione di mobili, di listelli per pavimenti di lusso, per decorazioni e per sculture in genere. I mogani d’Africa provengono dal Camerun e dalla Costa D’Avorio, presentano un massello di colore più chiaro dei precedenti e vengono usati anch’essi  nella produzione di mobili.
 
Legno di Palissandro
Il palissandro è un legno duro, della famiglia delle latifoglie, proveniente dal Brasile e dall'India. E' molto compatto, di colore rosso violaceo venato e profumato. Si può rifinire e lucidare molto bene. Si usa soprattutto per costruire mobili, pianoforti, lavori di ebanisteria. E' adatto a lavori  d'intarsio.
 
Legno di Rovere
Fa parte della grande famiglia delle querce, è abbastanza duro e resistente, facile da lavorare. È di colore bruno chiaro, con fibre diritte e regolari, pochi nodi. È molto adatto per la realizzazione di mobili di vario tipo. Questo legno, con picchiettature scure, viene utilizzato per la costruzione dei mobili di pregio per un lunghissimo periodo: dal Duecento al Quattrocento, mentre in Inghilterra resistette fino al Settecento. Inoltre, pregiato fin dall'antichità, viene usato per costruzioni navali, marittime e strutture portanti. È molto usato anche per costruire mobili pesanti, infissi e liste da pavimento . Il legno di rovere è un ottimo combustibile sia sotto forma di legna che di carbone vegetale. Un altro uso, poco attinente con l'ebanisteria, che si è fatto di questa essenza è la costruzione delle toghe delle botti; che garantiscono un grande invecchiamento ai vini rossi e ai distillati.
 
Legno Frassino
Legno di uso molto comune, di colore bianco-avorio con leggere venature e specchiature madreperlacee. Il legno di frassino è duro, compatto, resistente, molto flessibile ed elastico. È molto adatto per la realizzazione di mobili in genere.
 
Legno di Teak
Questo albero appartiene alla classe delle latifoglie e cresce nelle regioni Asiatiche e del centro America. Il legno di Teak è particolarmente resistente all’umidità ed alle alterazioni. Viene utilizzato per arredi da esterno, per costruzioni di mobili di una certa importanza, per costruzioni navali e per lavori pregiati di falegnameria.
 
Legno di Faggio
È un legno giallo rossastro, con struttura molto regolare, fibra diritta e pori molto piccoli. Pur essendo piuttosto duro e compatto, si presta a tutti i tipi di lavorazione. Esiste anche un tipo di faggio evaporato (che si ottiene sottoponendo il legname a una vaporizzazione in speciali celle) che è ancora più resistente del faggio normale. Con il legno di faggio si possono fare mobili di ogni tipo, pavimenti, rivestimenti di pareti.
 
Legno di Paulonia (Paulownia)
Legno originario della Cina, ma diffuso anche in Italia. Tra le specie più diffuse esiste la di Paulownia tomentosa. Dal suo fusto si ricava legname estremamente leggero a seconda della varietà, ma di straordinaria robustezza. Il legno di Paulownia ha proprietà fonoassorbenti ed è utilizzato da moltissimi anni nell'ebanisteria giapponese per la produzione di armadietti porta kimono e strumenti musicali, questo proprio perchè è un eccellente legno di risonanza. Inoltre viene utilizzato per la produzione dei Geta. I Geta sono i tradizionali saldali giapponesi a metà tra gli zoccoli e le infradito. Sono un tipo di calzatura con una suola in legno di Paulownia rialzata da due tasselli, tenuta sul piede con una stringa che divide l'alluce dalle altre dita del piede.  
 
Legno di Sheesham
L'albero di legno di sheesham, il cui nome latino è "Amerimnon Sissoo" è un albero deciduo eretto, originario dell'Haryana in India. E' diffuso in Pakistan e Nepal. E' anche chiamato Sisso, Sisu o legno di rose indiano. Cresce principalmente lungo le banchine dei fiumi a 900 mt. di altitudine, ma si può trovare fino a 1500 mt.. Il cuore del legno ha un colore che va dal dorato al marrone con striature più scure. La temperatura del suo ambiente naturale si aggira tra i 10 e i 40 °C. Può sopportare un carico di pioggia fino a 2000 mm. e periodi di siccità anche di 3-4 mesi. Nasce in terra composta da sabbia e ghiaia, ma anche in terra alluvionale sulle rive dei fiumi; l'albero di sheesham cresce in suoli leggermente salini. E' conosciuto a livello internazionale perchè dopo il teak, è l'albero da costruzione più importante coltivato  nell'Haryana.
 
Legno di Quercia
Anche se i mobili fatti in quercia sono in qualche modo rari, il materiale è stato a lungo conosciuto come legno un materiale eccellente per l'arredamento. I botanici hanno identificato centoquaranta tipi di querce.
Tre specie adatte per l'arredamento sono descritte qui:
- La quercia giapponese blu
E’ largamente distribuita dal Giappone all'India e comunemente raggiunge altezze di 20/mt. con diametri del tronco di 1/mt.
Materiale difficile da lavorare ed estremamente  duro.
- La quercia a dente di sega
E’ distribuita per la maggior parte attraverso la Cina. Le sue caratteristiche sono simili alla quercia giapponese blu.
- La quercia mongola
E’ un po’ meno densa e si sviluppa attraverso la Cina settentrionale, centrale, fino a Giappone, Corea, Mongolia e Siberia. Una specie simile cresce nella Regione Mongola di Xing' anling.
 

Chi è OnLine

Abbiamo 2161 visitatori e nessun utente online

5

Casa Country
di Merone Venanzio

 Via M.K. Gandhi 2/4

20060 Pessano con Bornago (MI)

P.I. 04028350157